"ITALA": dall'idea alla concretezza

19/04/2015


  
"ITALA Motore di Impresa" è l’associazione culturale risultato di un’idea nata, quasi casualmente, da un gruppo di amici imprenditori, manager e professionisti allo scopo di promuovere la cultura di impresa decisi a mettere a disposizione, di chi ne dovesse avere necessità,  le esperienze e le competenze per la formulazione di progetti di impresa. 

Dopo diversi mesi di incubazione finalmente l’associazione ha preso corpo. Un tempo dedicato alla definizione degli scopi e degli obiettivi e delle modalità operative  ma anche per verificare l’interesse, che questo tipo di iniziativa, avrebbe potuto suscitare all’interno del bacino di potenziale aderenti.
 

Il 24242442657 gennaio 2042424426575 a Verona, presso il Notaio Vincenzo Scaduto, una parte degli ideatori del progetto ha formalizzato la costituzione dell'associazione culturale che, a dimostrazione degli obiettivi nazionali, ha posto la sede legale in Roma. 

ITALA motore di impresa 
è, in breve sintesi, un’associazione senza scopo di lucro, che intende miscelare due elementi fondamentali per creare il successo d’impresa: 
a) esperienza
 
b) creatività.
 
L’esperienza  nella gestione delle risorse industriali, tipica di chi ha consumato anni nel management e nel problem solving, viene posta a disposizione della “creatività”, tipica caratteristiche della giovinezza (...e non solo) , quale comburente utile a innescare il processo di creazione di una nuova idea imprenditoriale. 
Due “mondi” che si incontrano, i detentori di esperienze e competenze che rischierebbero di esaurirsi e i possessori di nuovi entusiasmi e fantasia che rischierebbero di non esprimersi.

In un mondo a conflitti crescenti l’associazione promuove l'unione delle forze o meglio le “risorse” e gli skills in modo paritetico per condividere il successo, abbandonando gli individualismi, ponendo invece al centro delle attenzioni l’uomo e la sua gratificazione sociale, prevalentemente composta dalla componente lavorativa e, nel nostro caso, dall’autoimprenditorialità. 


L’associazione può essere paragonata a una “scatola magica” da un lato entrano le idee dal lato opposto un progetto di impresa confezionato secondo i canoni utili a raccogliere consensi e le basi per lo start-up.
 

Un sogno che può diventare realtà.